Perché la geometria è sacra?

- Categoria: Geometria sacra

Ma è una bella domanda, non credete?

Il termine "geometria", di origine greca, significa etimologicamente "misura della terra ". Molto prima che venisse scritta, la geometria veniva usata per misurare il terreno, cosa che oggi viene chiamata "topografia". La costruzione di edifici e la determinazione dei confini di proprietà di un terreno rientrano nella geometria. E a un livello superiore, la geometria ci permette di distinguere il sacro dal profano.

Euclide (325-265 a.C.) fu il primo a riassumere in dettaglio gli assiomi e i teoremi di questo affascinante campo. Ciò che Euclide scrisse negli Elementi è ancora del tutto valido e non è stato superato da altre teorie nonostante il passare di 2000 anni.

Ma quale altra forma di geometria, forse più segreta o sacra, rimane nascosta nell'architettura degli edifici e nelle opere della natura?

Naturalmente, non tutti gli aspetti della geometria sono sacri. Si ritiene che sia stato utile per localizzare e costruire edifici adatti ai loro abitanti. Ma quando appariva gradita agli dei, diventava sacra.

Un tempio, ad esempio, può essere santificato se la sua costruzione rispetta determinate proporzioni sacre e se è orientato in una direzione specifica. Queste preoccupazioni relative alle proporzioni e all'orientamento sono comuni a così tante culture che devono riflettere una realtà specifica.

Geometria sacra: significato

Qual è la differenza tra geometria classica e sacra?

Così come i numeri erano sacri per i pitagorici, la geometria era sacra per gli antichi greci, essendo al tempo stesso il modo di ragionare più concreto e più astratto.

La geometria è la rappresentazione, la schematizzazione archetipica di molte cose, anzi di tutte le cose, siano esse noumenali (qualcosa in sé che può essere sperimentato ma non dimostrato), concettuali, matematiche, naturali o architettoniche.

La maggior parte dei popoli antichi costruiva i propri templi e santuari con particolare attenzione ai numeri, alla geometria e alle proporzioni corrette. La geometria regola i movimenti dei corpi celesti e le stagioni.

I costruttori megalitici della Gran Bretagna e i costruttori delle piramidi in Egitto applicarono questa geometria sacra all'orientamento dei loro edifici.

Nella sua forma più pura e semplice, la geometria è sacra; ma anche in alcune applicazioni ordinarie e nelle figure di Euclide - cerchi, triangoli e quadrati - o nelle proporzioni e negli armonici.

Euclide

La crescita si esprime in schemi ripetitivi e, allo stesso modo, l'arte e il virtuosismo dell'architettura si esprimono nell'armonia. Cos'è l'armonia se non la ripetizione di proporzioni uguali. Le parti di un insieme non sono sempre di una proporzione precisa, ma possono costituire un'armonica di quella proporzione.

Le proporzioni sacre sono regolate da alcuni numeri, come il phi, che è anche chiamato il rapporto aureo. Si ritrovano ripetutamente nell'opera degli antichi greci e degli architetti del Medioevo, ma anche nella crescita degli esseri viventi. La geometria sacra della natura, la geometria sacra della vita e il concetto di prospettiva nell'arte e nell'architettura coincidono in questi numeri.

Dio è il geometra del mondo

La geometria sacra attribuisce significati simbolici e sacri a determinate forme geometriche e proporzioni. È associato alla credenza che un dio sia il geometra del mondo. La geometria utilizzata nella progettazione e nella costruzione di strutture religiose come chiese, templi, moschee, monumenti religiosi, altari e tabernacoli è stata talvolta considerata sacra.

La convinzione che un dio abbia creato l'universo secondo un piano geometrico ha origini antiche. Plutarco attribuisce questa credenza a Platone, scrivendo che "Platone diceva che Dio geometrizza continuamente" (Convivialium disputationum, liber 8,2). In tempi moderni, il matematico Carl Friedrich Gauss ha adattato questa citazione per dire"Dio aritmetizza".

Johannes Kepler (1571-1630, astronomo, matematico, astrologo, filosofo naturale e scrittore di musica tedesco). È una figura chiave della rivoluzione scientifica del XVII secolo, nota soprattutto per le sue leggi sul moto planetario e per i suoi libri) credeva nei fondamenti geometrici del cosmo

Nel 2010 il matematico di Harvard Shing-Tung Yau ha espresso la sua convinzione sulla centralità della geometria: il righello - e non è una critica al righello, che è una tecnologia che ammiro - la geometria è uno dei modi principali con cui possiamo sondare l'universo. La fisica e la cosmologia sono state, quasi per definizione, assolutamente cruciali per dare un senso all'universo. Il ruolo della geometria in questo senso è forse meno ovvio, ma altrettanto vitale. Mi spingerei a dire che la geometria non solo merita un posto a tavola accanto alla fisica e alla cosmologia, ma per molti versi è la tavola"

Che cos'è la geometria delle onde?

Forse avete già sentito parlare di onde di forma, di onde cosmo-telluriche, di magnetismo o anche di influenza a distanza e di proiezione attiva del pensiero? Gli articoli sull'argomento abbondano sia nelle riviste specializzate che in quelle popolari.

Cosa sono queste onde misteriose?

Va notato che il termine "onde" è forse usato in modo improprio, poiché la loro natura non è definita in modo specifico. Si parla anche di vibrazioni a bassa energia. L'espressione "onde della forma" è stata forgiata in radiestesia dai signori Chaumery e de Bélizal a partire dalle loro ricerche.

È molto difficile dire a cosa corrispondano con precisione. Le onde di forma sono fenomeni strani per alcune persone, che non sempre siamo in grado di classificare. In effetti, molti ricercatori e autori hanno studiato questo fenomeno nel corso dei secoli. L'hanno notato, studiato, ma non sono riusciti a dare una spiegazione che sia accettata all'unanimità.

Ecco la definizione data dagli inventori della teoria delle onde di forma, André de Bélizal, Léon Chaumery e Morel:

"Le forme captano il magnetismo terrestre, se ne saturano e riemettono l'energia captata in un'onda di forma. Se la forma è simmetrica, regolare, l'onda di forma emessa è benefica ; se la forma è irregolare, asimmetrica, l'onda di forma riemessa è malefica, patologica.

Se orientiamo una forma geometrica successivamente in dodici posizioni segnate sul cerchio della bussola, essa esprimerà a sua volta il colore/vibrazione corrispondente alla sua posizione.

Il Nord magnetico è infatti la base delle onde di forma, ed è la regola fondamentale da osservare"

Chaumery e Bélizal hanno anche dimostrato che gli Egizi avevano un'eccellente padronanza delle onde di forma e che gran parte della potenza del loro impero si basava su questa padronanza. I pendoli di Thoth sono stati ritrovati in antichissimi sarcofagi e, a quanto pare, grazie alle emissioni di forma piramidale in un modello in scala, gli alti dignitari, gli iniziati egizi potevano conversare a diverse centinaia di chilometri di distanza gli uni dagli altri, senza conoscere l'uso delle onde radio.

In realtà, questa scienza delle emissioni di forme sembra ancora più antica e potrebbe risalire alla preistoria, all'epoca della costruzione di siti megalitici come i cromlech circolari o triangolari.

Quello che bisogna sapere è che queste onde, invisibili all'occhio umano e di origine sconosciuta, sono presenti ovunque. Come altre onde, ci penetrano, penetrano nelle più piccole fibre del nostro corpo, senza che ce ne rendiamo conto.

Tutto ciò che ha forma emana energia, emette onde di forma che agiscono su di noi, nel bene e nel male, sia fisicamente che psicologicamente.

In linea di principio, quindi, tutte le forme, siano esse bidimensionali (disegni, foto) o tridimensionali (oggetti, mobili, case), emettono le cosiddette onde di forma. Numerosi esperimenti hanno dimostrato la loro esistenza e la loro influenza.

Questa è la definizione di onde formali data da Jean de la Foye, allievo di Belizal, nel suo libro Ondes de vie, ondes de mort:

"Invisibili, sono lì, ci circondano, ci investono, penetrano nelle più piccole fibre del nostro corpo. Tutto ciò che è forma, tutto ciò che emette energia, il sottosuolo, gli edifici, i mobili familiari, gli oggetti indossati su di sé, gli apparecchi elettrici, il cibo, e così via... Tutto questo emette onde di forma da cui dipendono in parte la nostra salute, il nostro comportamento e il nostro benessere. Alcune sono benefiche, altre dannose.

La geometria sacra o la magia delle forme

Simboli geometrici basati su numeri interi

Le civiltà dell'Egitto e dell'antica Grecia utilizzavano il cerchio, l'ellisse, il triangolo, il quadrato e il rettangolo per creare proporzioni armoniose per le loro tombe e i loro templi

Uno dei simboli più noti dell'antico Egitto è la croce Ankh. L'Ankh è uno dei simboli più rappresentativi della vita. Si trova in natura, ad esempio nel nostro cervello, più precisamente nel Poligono di Willis. È davvero incredibile!

I loro geometri erano interessati al triangolo rettangolo di Pitagora (per molte ragioni), alle radici quadrate ad esso associate, ai numeri sacri come il 9, alla relazione quadrato/cerchio e ai rapporti tra i volumi di diversi edifici.

Nel corso della storia, dalle piramidi d'Egitto alle cattedrali gotiche del Medioevo, l'enfasi è stata posta sui numeri interi per esprimere dimensioni facilmente misurabili. In misura minore, utilizzarono rapporti di numeri irrazionali come la sezione aurea (rappresentata dalla lettera greca phi, nota anche come rapporto aureo) che generava una spirale logaritmica, una delle curve fondamentali che rappresentano la vita e la crescita.

Pitagora dimostrò come i numeri interi siano fondamentali per la creazione grazie alla loro definizione di armonia, sia nella musica che nelle sfere celesti.

Forme geometriche e modelli ripetitivi

Per Platone (427-347 a.C.) tutto è numero e nulla può essere concepito senza numeri. Per troppo tempo le sue teorie sono state considerate mistiche, ma l'importanza fisica delle forme e dei numeri semplici è oggi confermata da molti fisici e biologi

La geometria sacra si trova anche nel corpo umano. La scienza moderna ha scoperto semplici formule essenziali, come la struttura del DNA (basata sulla geometria dell'elica e del pentagono) o la curva di crescita delle foglie di una pianta (basata sull'angolo geometrico fisso).

L'architetto romano Vitruvio (I secolo a.C.) articolò la proporzione matematica e l'armonia nella costruzione degli edifici. Quando i dettagli del suo lavoro furono riscoperti in Europa, divennero il modello per gli edifici rinascimentali progettati da Leonardo da Vinci (1452-1519) e Donato Bramante (1444-1514), artisti, geometri e architetti.

La geometria sacra era molto presente anche nel mondo islamico, dove era vietata la rappresentazione di forme umane o animali. L'uso delle tessere per disegnare i motivi, il mosaico e alcuni elementi architettonici senza tempo - la cupola, la volta a tunnel, l'arco a ferro di cavallo e gli ornamenti a stalattiti - sono diventati il mondo concreto dell'espressione geometrica.

L'architettura gotica combina elementi dell'architettura greca con proporzioni vitruviane. I maestri costruttori integravano il simbolismo geometrico e numerico nei loro edifici. Sorprendentemente, fu il cerchio, e non il triangolo o il quadrato come spesso si crede, a essere utilizzato come forma di riferimento per la progettazione delle cattedrali gotiche.

Il simbolismo numerico era molto diffuso e cerchi, rettangoli e altri poligoni venivano generati in proporzioni di armonia divina. Un "rettangolo aureo", ad esempio, è un rettangolo in cui questo rapporto è stabilito tra lunghezza e larghezza.

Gli schemi ripetitivi e i vari elementi della natura, come l'elica, la spirale logaritmica, le sfere, l'aspetto geometrico della crescita di una pianta e il frattale, o i fiocchi di neve, sono prodotti della geometria interna della crescita.

Da Vinci amava osservare e disegnare strutture viventi e anatomiche, ali di uccelli, alberi, onde e corsi d'acqua.

Leonardo da Pisa (1170-1240 - da non confondere con Leonardo da Vinci) scoprì una sequenza numerica, in seguito nota come sequenza di Fibonacci. Ci è voluto molto tempo prima che venisse applicato nella creazione di dipinti di schemi ripetitivi, di crescita delle piante.

Le forme organiche hanno ispirato l'architettura. È il caso della cattedrale di Antonio Gaudì a Barcellona o di alcuni movimenti artistici come l'Art Nouveau o il Surrealismo. Culminarono nella complessità geometrica delle loro strutture, come il Goetheanum in Svizzera o l'Opera House di Sydney, dove la cultura sostituì la religione per governare la geometria sacra.

Qual è il ruolo della geometria sacra?

Lo scopo di un tempio, di una chiesa o di una moschea è quello di fornire uno spazio sacro alle persone per adorare e comunicare con Dio. Quando è sacro, lo spazio è più vicino a Dio, facilita la preghiera e fornisce un luogo comune ai sacerdoti. È sacro quando la sua struttura è talmente perfetta e pura che gli dei accettano di risiedervi.

Tempio di Delfi in Grecia

I requisiti principali di un santuario sono sempre stati un'architettura con proporzioni appropriate, rapporti armoniosi (la proporzione divina), una buona posizione e un buon orientamento.

L'orientamento rimane una questione fondamentale: la moschea è rivolta verso la Mecca, mentre la maggior parte dei templi induisti e cristiani è rivolta verso est. Ci sono alcune eccezioni, come la Cattedrale di Chartres in Francia, che è rivolta verso nord-est.

I monumenti megalitici, come Stonehenge in Inghilterra (anch'esso rivolto a nord-est), sono orientati diversamente: si rivolgono l'uno verso l'altro lungo le linee dei meridiani, tenendo conto dell'allineamento astronomico della Luna e del Sole. La geometria sacra è necessaria per localizzare e allineare tali strutture.

In passato, chiese, templi e pietre megalitiche dovevano essere eretti in un "sito potente ". Nella Cina imperiale (e ancora oggi) si usa il Feng Shui per trovare il punto hsuesh, o punto del drago, per portare la massima energia negli edifici importanti, come palazzi, templi e tombe.

Ai suoi albori, la Chiesa cristiana arrivò a stabilire delle linee guida che, ove opportuno, imponevano la costruzione di chiese su antichi luoghi di culto pagani.

Le ragioni erano tre: i sacerdoti geometrici utilizzavano il potere del luogo, i seguaci degli antichi culti continuavano a frequentarlo e i manufatti pagani originali erano stati distrutti. Le implicazioni di ciò diventano interessanti se osserviamo la geometria delle linee meridiane.

Infine, la struttura, altrettanto importante, doveva rispettare alcune precise regole geometriche

Ad esempio, i Greci, inventori dei principi della geometria, la applicarono con cura alla costruzione dei loro templi. L'architettura greca non si basava sempre sulla famosa sezione aurea ma, come nel caso del Partenone, su frazioni con 1 al numeratore e volumi.

In Egitto, la geometria sacra della Grande Piramide dipende più dalle misure dei segmenti che dal rapporto aureo. Sorprendentemente, le proporzioni della geometria sacra ebraica, greca ed egizia condividono unità di misura comuni.

Naturalmente, la geometria sacra è sacra perché spesso è una rappresentazione dell'opera di Dio: dalla struttura di un cristallo al flusso di un fiume, dal movimento del palmo di una mano che si dispiega all'ammonite che costruisce il suo guscio.

Come si può utilizzare la geometria sacra?

Osservando e contemplando le forme geometriche sacre, esse possono rivelare una profonda saggezza, aprendosi alla vita e alla creazione dell'Universo stesso.

Gli antichi consideravano l'esperienza della Geometria Sacra essenziale per l'educazione dell'anima. Le persone sapevano che questi modelli di creazione divina simboleggiavano il nostro regno interiore ed erano importanti per la coscienza superiore e l'autoconsapevolezza. La geometria sacra amplifica la nostra connessione con lo spirito e crea armonia all'interno di noi stessi e tra noi e il mondo esterno. Spesso viene chiamata "architettura sacra" perché è alla base di tutto ed è intessuta nel tessuto dell'intera creazione.

La geometria sacra, così com'è, contiene alte frequenze di energia e luce che possono attivare, guarire, risvegliare e trasformare. I simboli sono come codici che vi assistono nel vostro percorso di vita, ma possono anche essere usati in modo più consapevole per provocare un profondo risveglio dell'anima e una connessione con la vostra vera essenza divina. Può essere usato per aprire percorsi e porte verso i regni infiniti, così come la connessione con l'unità di tutta la vita, nella natura e nel mondo intero che ci circonda.

La geometria sacra ha effetti curativi, armonizzanti e riequilibranti a tutti i livelli. Collega l'interno e l'esterno, unendo il tutto.

Tuttavia, è possibile utilizzare la geometria sacra anche per esigenze molto più "materiali" o "fisiche", come :

- Per energizzare l'acqua, ritrovare l'equilibrio e rafforzare la vitalità

- Per innalzare il proprio tasso vibratorio e quello dell'ambiente circostante

- Per pulire e ricaricare i minerali in modo efficace

- Per rimanere zen in ogni circostanza

- Per armonizzare i 7 chakra

- Per concentrarsi sui pensieri positivi

- Per migliorare la concentrazione ed essere più efficienti

- Per la meditazione

Sviluppiamo tutti questi argomenti nei nostri articoli del blog.

Geometria sacra per la protezione

Alcuni simboli sono potenti strumenti di protezione.

Se volete saperne di più su questo argomento, vi invito a leggere"Simbolo di protezione: 5 simboli al microscopio"

I nostri simboli di geometria sacra

Siamo lieti di potervi offrire la più ampia selezione di simboli sul mercato.

La nostra gamma di simboli e articoli è in costante espansione.

Il simbolo dell'Albero della Vita
I simboli dei Chakra indiani
Il simbolo del Cubo di Metatron
Il simbolo del Fiore della Vita
I simboli dei Mandala vibrazionali
Il simbolo dell'Om - Aum
Il simbolo del Pentacolo - Pentagramma
Il simbolo dello Sri Yantra
Il simbolo del Triskel
Il simbolo dello Yin Yang
Il simbolo del Seme della Vita, che rappresenta i 7 giorni della creazione

I solidi di Platone

La Merkaba

Sul blog troverete anche spiegazioni e significati di altri simboli, come l'Occhio di Horus, la Croce Ankh, la Vesica piscis (nota anche come vescica di pesce), la sfera con il punto centrale, ecc.

Gioielli a geometria sacra

Vi proponiamo una gamma di gioielli in argento sul tema della geometria sacra. Le alte frequenze vibratorie dei simboli vi accompagneranno e proteggeranno nella vostra vita quotidiana.

Qual è la forma perfetta o la forma d'onda più potente?

Alcuni giurano sul Fiore della Vita, altri sui solidi platonici, altri ancora sul Cubo di Metatron, che considerano il simbolo più potente della geometria sacra. Infatti, il Cubo di Metatron non solo contiene le forme sacre del Fiore della Vita, del Seme della Vita e della Merkaba, ma contiene anche tutti i solidi platonici.

Se alcuni simboli hanno una frequenza vibratoria più alta di altri, la forma perfetta è semplicemente quella che vi si adatta meglio, quella che vi attrae. Quindi ascoltate i vostri sentimenti.

Un'esercitazione in pochi minuti per insegnarvi a disegnare le forme di base della geometria sacra e il Fiore della Vita.

Come disegnare la Geometria Sacra?

Un tutorial di pochi minuti per insegnarvi a disegnare le forme di base della geometria sacra e il Fiore della Vita.

Geometria sacra e tatuaggi

Se vi ispirate a un simbolo della geometria sacra, assicuratevi di sapere di cosa si tratta prima di sceglierlo, perché vivrete ogni giorno con la sua vibrazione. Allo stesso modo, il Triskel e la svastica hanno forme simili e sono disegnati in entrambe le direzioni. Nel caso del Triskel, si consiglia di utilizzare il simbolo orario (destrorso). Il flusso energetico corrispondente vi darà energia.

Libri sulla geometria sacra

Consigliamo i libri di Dominique Coquelle, autore di numerosi libri e opere sui simboli. In generale, in fondo a ogni articolo troverete le fonti da cui traggo ispirazione. Non esitate ad approfondire la ricerca e la scoperta dei simboli.

Geometria sacra stampabile

Andate nell'area delle risorse gratuite.

Oppure trovate i mandala da scaricare e stampare a piacere nei 2 e-book qui sotto (in Francese).

Per concludere:

I Greci intendevano il Creatore dell'universo in termini di verità assoluta, non come un dogma trasmesso, una saggezza ricevuta o una credenza religiosa. Concludevano che le forme e i numeri erano essenziali per l'universo e che la creazione attingeva a forme astratte - qualcosa che poteva essere apprezzato intellettualmente, ma impercettibile e non afferrabile dai nostri cinque sensi - per rendere una realtà fisica. Le sottigliezze dei numeri e l'assolutezza della geometria facevano parte del mondo noumenale, la struttura nascosta dietro ogni elemento fisico.

La geometria e i numeri sono sacri perché codificano l'ordine nascosto della creazione. Sono gli strumenti che sono stati utilizzati nella genesi dell'universo. La semplicità dei numeri, delle frazioni e delle proporzioni rende l'universo e la geometria di Euclide e dei Greci rigorosi e armoniosi.

L'applicazione concreta dell'universalità di questi numeri - e del loro uso - si realizza attraverso la musica ma anche attraverso i simboli.

I simboli della geometria sacra sono pieni di potenziale. Sono il linguaggio universale della perfetta armonia. I benefici della geometria sono stati dimostrati fin dalla notte dei tempi. Per questo motivo, le culture antiche e tutte le correnti spirituali hanno lavorato con i simboli. Usato come mezzo per la meditazione, lo sviluppo personale o la spiritualità, il vostro stato vibrazionale si trasformerà.

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Spero che vi sia piaciuto.

Non esitate a commentare, condividere e iscrivervi alla nostra newsletter per essere informati sulle future uscite e conoscere meglio i simboli!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Fonti:

Geometria sacra di Éditions Véga

Prima pubblicazione dell'articolo: 28/01/2022

Aggiornato il 15/06/2022, 30/11/2022

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento