Perché la geometria è sacra?

- Categoria: Geometria sacra

Ma questa è una buona domanda, non credi?

Il termine "geometria", di origine greca, significa etimologicamente "misura della terra ". Molto prima che venisse scritta, la geometria veniva usata per misurare il terreno, cosa che oggi si chiama "topografia". La costruzione di edifici e la determinazione dei confini di proprietà di un terreno sono sussunti nella geometria. E ad un livello superiore, la geometria ci permette di distinguere il sacro dal profano.

Euclide (325-265 a.C.) fu il primo a riassumere in dettaglio gli assiomi e i teoremi di questo affascinante campo. Ciò che Euclide scrisse negli Elementi è ancora completamente valido e non è stato superato da altre teorie nonostante il passaggio di 2000 anni.

Ma quale altra forma di geometria, forse più segreta o sacra, rimane nascosta nell'architettura degli edifici e nell'opera della natura?

Naturalmente, non tutti gli aspetti della geometria sono sacri. Si ritiene che sia stato utile per localizzare e costruire edifici adatti ai loro abitanti. Ma quando appariva gradita agli Dei, diventava sacra.

Un tempio, per esempio, può essere santificato se la sua costruzione risponde a certe proporzioni sacre e se è orientato in una direzione specifica. Queste preoccupazioni sulla proporzione e l'orientamento sono comuni a così tante culture che devono riflettere una realtà specifica.

Geometria sacra: significato

Qual è la differenza tra la geometria classica e quella sacra?

Proprio come i numeri erano sacri per i pitagorici, la geometria era sacra per gli antichi greci, in quanto era sia il modo più concreto che il più astratto di ragionare.

La geometria è la schematizzazione archetipica di molte, se non tutte le cose, siano esse noumenali (qualcosa in sé che può essere sperimentato ma non provato), concettuali, matematiche, naturali o architettoniche.

La maggior parte dei popoli antichi costruiva i propri templi e santuari con particolare attenzione ai numeri corretti, alla geometria e alle proporzioni. La geometria governa i movimenti dei corpi celesti e le stagioni.

I costruttori megalitici della Gran Bretagna e i costruttori delle piramidi in Egitto applicarono questa geometria sacra all'orientamento dei loro edifici.

Nella sua forma più pura e semplice, la geometria è sacra; ma anche in certe applicazioni ordinarie e nelle figure di Euclide - cerchi, triangoli e quadrati - o nelle proporzioni e negli armonici.

Euclide


Lacrescita si esprime in schemi ripetitivi, e allo stesso modo l'arte e il virtuosismo dell'architettura si esprimono in armonia. Cos'è l'armonia se non la ripetizione di proporzioni uguali. Le parti di un tutto non sono sempre di proporzione precisa, ma possono costituire un'armonica di questa proporzione.

Le proporzioni sacre sono governate da alcuni numeri, come il phi, che è anche chiamato il rapporto aureo. Si possono trovare ancora e ancora nell'opera degli antichi greci e degli architetti del Medioevo, ma anche nella crescita degli esseri viventi. La geometria sacra in natura, la geometria sacra della vita e la nozione di prospettiva nell'arte e nell'architettura coincidono in questi numeri.

Dio è il geometra del mondo

La geometria sacra attribuisce significati simbolici e sacri a certe forme geometriche e proporzioni. È associato alla credenza che un dio sia il geometra del mondo. La geometria utilizzata nella progettazione e costruzione di strutture religiose come chiese, templi, moschee, monumenti religiosi, altari e tabernacoli è stata talvolta considerata sacra.

La credenza che un dio abbia creato l'universo secondo un piano geometrico ha origini antiche. Plutarco attribuisce la credenza a Platone, scrivendo che "Platone disse che Dio geometrizza continuamente" (Convivialium disputationum, liber 8,2). In tempi moderni, il matematico Carl Friedrich Gauss ha adattato questa citazione per dire"Dio aritmetica".

Johannes Kepler (1571-1630, astronomo, matematico, astrologo, filosofo naturale e scrittore tedesco di musica. È una figura chiave nella rivoluzione scientifica del XVII secolo, meglio conosciuto per le sue leggi del moto planetario e i suoi libri) credeva nelle basi geometriche del cosmo

Il matematico di Harvard Shing-Tung Yau ha espresso la sua convinzione sulla centralità della geometria nel 2010: il righello - e questo non è un colpo contro il righello, che è una tecnologia che ammiro - la geometria è uno dei modi principali per sondare l'universo. La fisica e la cosmologia sono state, quasi per definizione, assolutamente cruciali per dare un senso all'universo. Il ruolo della geometria in questo senso è forse meno ovvio, ma altrettanto vitale. Arriverei a dire che la geometria non solo merita un posto a tavola accanto alla fisica e alla cosmologia, ma per molti versi è la tavola"

La geometria sacra o la magia delle forme

Simboli geometrici basati su numeri interi

Le antiche civiltà egiziana e greca usavano il cerchio, l'ellisse, il triangolo, il quadrato e il rettangolo per creare proporzioni armoniose per le loro tombe e templi.

I loro geometri erano interessati al triangolo rettangolo di Pitagora (per molte ragioni), le radici quadrate associate ad esso, i numeri sacri come il 9, la relazione quadrato/cerchio e i rapporti dei volumi di diversi edifici.

Nel corso della storia, dalle piramidi d'Egitto alle cattedrali gotiche del Medioevo, l'enfasi è stata sui numeri interi per esprimere dimensioni facilmente misurabili. In misura minore, usavano rapporti di numeri irrazionali come la sezione aurea (rappresentata dalla lettera greca phi, conosciuta anche come rapporto aureo) che generava una spirale logaritmica, una delle curve fondamentali che rappresentano la vita e la crescita.

Pitagora dimostrò che i numeri interi sono fondamentali per la creazione, perché definiscono l'armonia, sia nella musica che nelle sfere celesti.

Forme geometriche e modelli ripetitivi

Per Platone (427-347 a.C.) tutto è numero e niente può essere concepito senza numeri. Per troppo tempo le sue teorie sono state considerate mistiche, ma l'importanza fisica delle forme e dei numeri semplici è ora confermata da molti fisici e biologi

Hanno scoperto semplici formule essenziali, come la struttura del DNA (basata sulla geometria dell'elica e del pentagono) o la curva di crescita delle foglie di una pianta (basata sull'angolo geometrico fisso).

L'architetto romano Vitruvio (I secolo a.C.) articolò la proporzione matematica e l'armonia nella costruzione degli edifici. Quando i dettagli del suo lavoro furono riscoperti in Europa, divennero il modello per gli edifici rinascimentali ideati da Leonardo da Vinci (1452-1519) e Donato Bramante (1444-1514), artisti, geometri e architetti.

La geometria sacra era anche molto presente nel mondo islamico, dove la rappresentazione di forme umane o animali era proibita. L'uso delle piastrelle per disegnare i motivi, il mosaico e certi elementi architettonici senza tempo - la cupola, la volta a tunnel, l'arco a ferro di cavallo e gli ornamenti di stalattiti - diventarono il mondo concreto dell'espressione geometrica.

L'architettura gotica combina elementi dell'architettura greca con le proporzioni vitruviane. I maestri costruttori hanno integrato il simbolismo geometrico e numerico nei loro edifici. Sorprendentemente, fu il cerchio, e non il triangolo o il quadrato come spesso si crede, ad essere usato come forma di riferimento per la progettazione delle cattedrali gotiche.

Il simbolismo numerico era diffuso, e cerchi, rettangoli e altri poligoni erano generati in proporzioni di armonia divina.

I modelli e le forme ripetitive della natura, come l'elica, la spirale logaritmica, l'aspetto geometrico di un germoglio vegetale e il frattale, sono prodotti della geometria interna della crescita.

Da Vinci amava osservare e disegnare strutture viventi e anatomiche, ali di uccelli, alberi, onde e corsi d'acqua.

Leonardo da Pisa (1170-1240 - da non confondere con Leonardo da Vinci) scoprì una sequenza di numeri, conosciuta poi come sequenza di Fibonacci. C'è voluto molto tempo perché venisse applicato nella creazione di dipinti di schemi ripetitivi, di crescita delle piante.

Le forme organiche hanno ispirato l'architettura. È il caso della cattedrale di Antonio Gaudi a Barcellona, o di certi movimenti artistici come l'Art Nouveau o il Surrealismo. Culminarono nella complessità geometrica delle loro strutture, come il Goetheanum in Svizzera o la Sydney Opera House, dove la cultura sostituì la religione per governare la geometria sacra.

Qual è il ruolo della geometria sacra?

Lo scopo di un tempio, di una chiesa o di una moschea è di fornire uno spazio sacro alle persone per adorare e comunicare con Dio. Quando è sacro, lo spazio è più vicino a Dio, facilita la preghiera e fornisce un luogo comune per i sacerdoti. È sacro quando la sua struttura è di tale perfezione e purezza che gli dei accettano di risiedervi.

Tempio di Delfi in Grecia

I requisiti primari per un santuario sono sempre stati un'architettura ben proporzionata, una buona posizione e un buon orientamento

L'orientamento rimane una questione chiave: la moschea è rivolta verso la Mecca, mentre la maggior parte dei templi indù e cristiani sono rivolti a est. Ci sono alcune eccezioni, come la cattedrale di Chartres in Francia, che è rivolta a nord-est.

I monumenti megalitici, come Stonehenge in Inghilterra (anch'essi rivolti a nord-est) sono orientati diversamente: sono rivolti l'uno verso l'altro lungo le linee dei meridiani tenendo conto dell'allineamento astronomico della Luna e del Sole. La geometria sacra è necessaria per localizzare e allineare tali strutture.

In passato, chiese, templi e pietre megalitiche dovevano essere eretti su un "sito potente ". Nella Cina imperiale (e ancora oggi) il Feng Shui è usato per trovare lo hsuesh, o punto del drago, per portare la maggior parte dell'energia agli edifici importanti come palazzi, templi e tombe.

Nei suoi primi tempi, la chiesa cristiana arrivò a stabilire delle linee guida che, se del caso, richiedevano la costruzione di chiese su antichi luoghi di culto pagani.

C'erano tre ragioni per questo: i sacerdoti geometrici usavano il potere del luogo, i seguaci degli antichi culti continuavano a venirci e i manufatti pagani originali venivano distrutti. Le implicazioni di questo diventano interessanti se guardiamo la geometria delle linee meridiane.

Infine, la struttura, altrettanto importante, doveva soddisfare alcune regole geometriche precise

Per esempio, i greci, inventori dei principi della geometria, la applicarono con cura alla costruzione dei loro templi. L'architettura greca non era sempre basata sulla famosa sezione aurea ma, come nel caso del Partenone, su frazioni con 1 al numeratore e volumi.

In Egitto, la geometria sacra della Grande Piramide dipende più dalle misure dei segmenti che dal rapporto aureo. Sorprendentemente, le proporzioni della geometria sacra ebraica, greca ed egiziana condividono unità di misura comuni.

Naturalmente, la geometria sacra è anche sacra perché è spesso una rappresentazione dell'opera di Dio - dalla struttura di un cristallo al flusso di un fiume, dal movimento del palmo di una mano che si apre all'ammonite che costruisce il suo guscio.

Come si può usare la geometria sacra?

Osservando e contemplando le forme geometriche sacre, esse possono rivelare una profonda saggezza, aprendosi alla vita e alla creazione dell'Universo stesso.

Gli antichi consideravano l'esperienza della Geometria Sacra come essenziale per l'educazione dell'anima. Sapevano che questi schemi erano simbolici del nostro regno interiore ed erano importanti per la coscienza superiore e l'autoconsapevolezza. La Geometria Sacra amplifica la nostra connessione con lo spirito e crea armonia dentro di noi e tra noi e il mondo esterno. È spesso chiamata "architettura sacra" perché è alla base di tutto ed è intessuta nel tessuto di tutta la creazione.

La geometria sacra così com'è contiene alte frequenze di energia e luce che possono attivare, guarire, risvegliare e trasformare. I simboli sono come codici che ti assistono nel tuo viaggio di vita, ma possono anche essere usati più consapevolmente per portare un profondo risveglio dell'anima e una connessione alla tua vera essenza divina. Può essere usato per aprire sentieri e porte verso i regni infiniti, così come la connessione con l'unità di tutta la vita, nella natura e nel mondo intero che ci circonda.

La geometria sacra porta certi effetti di guarigione, armonizzazione e riequilibrio a tutti i livelli. Collega l'interno e l'esterno, unendo il tutto.

Tuttavia, si può anche usare la geometria sacra per esigenze molto più "materiali" o "fisiche" come :

- Per energizzare l'acqua, ritrovare l'equilibrio e rafforzare la tua vitalità

- Per aumentare il tuo tasso vibratorio e quello del tuo ambiente

- Per pulire e ricaricare i minerali in modo efficiente

- Per rimanere zen in tutte le circostanze

- Per armonizzare i tuoi 7 chakra

-Per concentrarsi sui pensieri positivi

- Per migliorare la tua concentrazione ed essere più efficiente

- Per la meditazione

Sviluppiamo tutti questi argomenti nei nostri articoli del blog.

Geometria sacra per la protezione

Alcuni simboli sono potenti strumenti di protezione.

Se volete saperne di più su questo argomento, vi invito a leggere "Simbolo di protezione: 5 simboli al microscopio"

I nostri simboli della geometria sacra

Siamo lieti di potervi offrire la più grande selezione di simboli sul mercato.

Stiamo costantemente espandendo la nostra gamma di simboli e articoli.

- Il simbolo dell'Albero della Vita

- I simboli dei Chakra indiani

- Il simbolo del Cubo di Metatron

- Il simbolo del Fiore della Vita

- I simboli dei Mandala Vibrazionali

- Il simbolo Om - Aum

- Il Pentacolo - Pentagramma

- Il simbolo Sri Yantra

- Il simbolo Triskel

- Il simbolo Yin Yang

Qual è la forma perfetta o l'onda di forma più potente?

Alcuni giurano sul Fiore della Vita, altri sul Cubo di Metatron, che considerano il simbolo più potente della geometria sacra. Infatti, il Cubo di Metatron contiene non solo le forme sacre del Fiore della Vita, il Seme della Vita e la Merkabah, ma contiene anche tutti i solidi platonici.

La forma perfetta è semplicemente quella che ti sta meglio, quella che ti attrae. Quindi ascolta i tuoi sentimenti.

Come disegnare la geometria sacra?

Un bel tutorial di pochi minuti per insegnarvi a disegnare forme geometriche sacre di base e il Fiore della Vita.

Per concludere:

I greci comprendevano il Creatore dell'universo in termini di verità assoluta, non come un dogma trasmesso, una saggezza ricevuta o una credenza religiosa. Concludevano che le forme e i numeri erano essenziali per l'universo e che la creazione attingeva a forme astratte - qualcosa che poteva essere apprezzato intellettualmente, ma impercettibile e inafferrabile dai nostri cinque sensi - per rendere una realtà fisica. Le sottigliezze dei numeri e l'assolutezza della geometria erano parte del mondo noumenale, la struttura nascosta dietro ogni elemento fisico.

Lageometria e i numeri sono sacri perché codificano l'ordine nascosto della creazione. Sono gli strumenti che sono stati usati nella genesi dell'universo. La semplicità dei numeri, delle frazioni e delle proporzioni rende l'universo e la geometria di Euclide e dei greci rigorosi e armoniosi.

L'applicazione concreta dell'universalità di questi numeri - e del loro uso - si realizza attraverso la musica ma anche attraverso i simboli.

Stiamo arrivando alla fine di questo articolo. Spero che vi sia piaciuto.

Non esitate a commentare, condividere e iscrivervi alla nostra newsletter per essere informati sulle future uscite e per saperne di più sui simboli!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Fonti:

Geometria sacra, Éditions Véga

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento