8 Mandala per un atteggiamento zen

- Categoria: Salute e benessere

Hai la sensazione che la tua vita sia totalmente fuori controllo, che non hai tempo per te stesso e che non riesci più a stare lontano dalle pressioni della vita quotidiana? E se provaste a vedere le cose in modo diverso?

Lo zen è buono. Avere un atteggiamento zen è ancora meglio. Ma come si fa?

Ecco alcuni consigli su come raggiungere questo benessere mentale che tutti possono fare!

Come avere, coltivare o recuperare l'atteggiamento zen

Lo Zen non è solo un modo di vivere, ma uno stato d'animo che può essere coltivato nella vita quotidiana. I bambini hanno bisogno di questa filosofia per vivere meglio con i vincoli della loro età e per apprezzare le cose belle che la vita ha da offrire.

Qual è l'atteggiamento zen?

Zenitude si riferisce all'atteggiamento zen, cioè la postura serena generalmente attribuita alle pratiche di meditazione buddista. Esempio: di fronte allo stress crescente, è meglio adottare la zenitudine (e anche una buona sessione di rilassamento non fa male!)

Potrebbe anche essere chiamato uno stato di serenità o una grande calma interiore.

In qualche modo, è come se tutto scorresse su di te, come se niente potesse toccarti, scuoterti. Non che tu sia indifferente a ciò che accade intorno a te. Solo che ogni cosa è al suo posto e che c'è saggezza in ogni cosa.

È soprattutto un modo di percepire il mondo, di guardarlo.

Richiede molto lavoro interiore. E per aiutarvi, i Mandala vibratori sono strumenti eccellenti.

Coltivare l'atteggiamento zen

Lasciarsi andare, rilassarsi, coltivare la calma e l'atteggiamento zen sono tecniche terapeutiche che mirano a spingere indietro i confini della coscienza e ad esplorare le possibilità nascoste dentro.

Lasciar andare consiste nel lasciar riposare l'io falso ed effimero per entrare gradualmente nella coscienza del vero, dell'essere in se stessi e in tutti, del trasparente e luminoso.

È un momento sacro di comunione silenziosa con l'universo che riempie ogni manifestazione della vita. Questo passaggio deve essere fatto in tutta semplicità. Tutte le false identificazioni devono essere gettate a terra e consegnate alla terra una ad una.

Allora appaiono leggerezza e trasparenza: l'essere essenziale può essere percepito come una coscienza superiore. Questa coscienza è sublime oltre ogni immaginazione e il lavoro spirituale consiste non solo nel trovarla, ma anche nell'approfondirla. Più si abbandonano i pensieri, i sentimenti e le preoccupazioni del sé effimero, più calma, armonia e chiarezza possono stabilirsi, permettendo all'immobilità che è la porta d'accesso alla presenza dell'essere in se stessi e in tutti di emergere.

Cos'è la calma? Immobilità nei desideri.

Cos'è l'armonia? Immobilità nel sentimento.

Cos'è la chiarezza? L'immobilità nel pensiero.

Cosa succede quando il corpo fisico entra in perfetta quiete? Invece di addormentarsi, si fonde con la terra e si espande fino a diventare un tutt'uno con essa. Lo stesso vale per i desideri, i sentimenti e i pensieri: l'immobilità li espande e li fa fondere con la loro essenza più pura.

Lasciare andare permette di abbandonare il negativo, cioè tutto ciò che ingombra la vita, la complica e impedisce la fusione con l'essenza, l'origine, il fondamento. L'essenza del pensiero è la chiarezza. Quando il pensiero raggiunge la chiarezza, si fonde con la sua anima, entra nell'infinito e nell'immobilità. L'immobilità produce il silenzio che permette di raggiungere la coscienza superiore.

Lasciar andare è soprattutto una filosofia, un modo di vivere. È la ricerca di un'attitudine alla felicità, di un culto della semplicità e del buon umore. Siete concentrati sull'essenziale.

Cominciare a introdurre l'immobilità nei propri gesti, desideri, sentimenti e pensieri, rimanendo vigile e sveglio, è fermare tutte le manifestazioni del sé fabbricato e del mondo esterno. La natura eterna può così cominciare a manifestarsi, a mettersi in moto, a esprimersi, a rivelarsi.

Le immagini dell'atteggiamento Zen: 8 mandala al microscopio

Il mandala della calma

Questo mandala ci invita a essere semplicemente dove siamo, consapevoli, tranquilli, presenti. Ci invita a sentire il benessere del riposo e del silenzio pieno di vita, ad allargare i nostri orizzonti mentali, a lasciare che i nostri pensieri e i nostri cuori diventino leggeri per sentire il mondo con larghezza.

Il mandala della respirazione

Questo Mandala ci dice che attraverso l'aria, qualcosa vuole toccarci, risvegliarci. È tutta una questione di sottigliezza. Quando respiriamo, siamo consapevoli che l'aria è viva e che porta influenze. Non dovremmo concentrarci sulle influenze create dal mondo esterno, ma piuttosto cercare di connetterci con ciò che è più puro e reale.

Respirando consapevolmente, lascia che il pensiero sia chiaro e che il cuore sia leggero.

Il mandala della pace

Questo Mandala ci insegna che la pace è prima di tutto uno stato di vita interiore che nulla può disturbare e che si ottiene elevando la coscienza e stabilendo l'ordine cosmico in se stessi. Da questo stato d'essere nasce la vibrazione della pace all'esterno.

L'armonia e la giustizia sono possibili nel mondo solo quando l'uomo ha trovato la vera pace. Da questa pace scaturiscono tutti i benefici della vita.

Il mandala del lasciar andare

Questo Mandala ci invita a non identificarci solo con il corpo ma ad essere uno con l'universo. Ci dice che siamo nell'infinito, nell'insieme possibile, attraverso ciò che vive nel corpo. E che attraverso il corpo, possiamo rivelarci, manifestare chi siamo, diventare creatori.

Il mandala della serenità

Ci invita a sentire la calma crescere in noi e un favoloso distacco invaderci.

Il mandala della chiarezza

Ci invita ad essere consapevoli delle illusioni create dal mondo esterno, a discernere il falso dal vero, anche e soprattutto nella nostra vita interiore

La chiarezza mostrerà il vero percorso nascosto dentro.

Il mandala della meditazione

Ci dice che si può dire che una meditazione ha raggiunto la maturità quando il nostro modo di vedere il mondo è profondamente cambiato.

Il Mandala della Pace della Mente che irradia la sua energia nel cuore

Questo mandala porta tutta la saggezza del suo titolo. E personalmente questo mandala è la mia scelta numero uno per coltivare un atteggiamento zen!

Come avrete notato, la selezione di mandala che vi propongo è in toni bluastri e malva. Il blu è il colore numero uno per portare pace e calma.

Ovviamente, nel Mandala vibratorio, anche la forma avrà un ruolo. Pertanto, alcuni Mandala, anche se sono blu, saranno molto più energetici di altri!

Se confrontate il Mandala del Lasciar Andare e il Mandala della Pace della Mente vedete che non è affatto la stessa vibrazione, la stessa energia.

Creare uno spazio zen in casa tua

Trova tutte le nostre idee per creare uno spazio zen a casa tua su :

- 5 modi per creare un'atmosfera zen
- Cuadro zen: aumentare le vibrazioni del tuo interno
4 buone ragioni per armonizzare la tua casa con i simboli

Su certi supporti come i quadri, o anche i vassoi di dinamizzazione, vi suggeriamo di stampare il Mandala di vostra scelta (che indicate nei commenti dell'ordine).

Scegli il mandala che ti fa sentire più zen!

Imparare l'atteggiamento zen

Il buddismo è senza dubbio la religione che ha trasmesso più concretamente i valori dell'atteggiamento zen, della pace, cercando la calma interiore, la meditazione, la pace della mente, l'interiorizzazione, la contentezza, il lasciar andare, la liberazione dalle illusioni che sono fonti di desideri e conflitti... Il Buddha stesso era un simbolo di pace.

Attraverso il suo insegnamento, il Buddha ha cercato di portare la purificazione dell'acqua delle relazioni. Il Buddha, il "Risvegliato", fu risvegliato dall'acqua. Era un essere di compassione e benevolenza. Ha sempre cercato di portare la pace, l'amore, le giuste relazioni, tra le persone, ma anche con gli animali. Era gentile, tranquillo.

Il Buddha voleva liberare l'uomo e il mondo dalla sofferenza.

Ha insegnato questo cammino verso l'alto, l'elevazione verso un altro mondo. Non ha insegnato la pace attraverso le armi, ma attraverso il lavoro interiore,l'illuminazione interiore.

L'uomo deve quindi aspirare in ogni condizione alla pace interiore, sforzandosi di considerare solo gli aspetti positivi e confortanti della vita, anche in circostanze apparentemente negative. Deve lavorare coscientemente per equilibrare e raddrizzare il suo pensiero dandogli un movimento verso l'alto. In questo modo, potrà cambiare gli aspetti negativi del suo destino accettando senza recriminare le difficoltà e le prove che incontra, convinto che saranno una fonte di nuove conoscenze, di ciò che è reale e ciò che non lo è, in una parola, di pensare in modo giusto.

Omraam Mikhaël Aïvanhov ha detto:

"La pace è uno stato interiore e non può mai essere raggiunta sopprimendo qualcosa all'esterno. È prima dentro di sé che si devono rimuovere le cause della guerra

Stiamo arrivando alla fine di questo articolo. Spero che vi sia piaciuto.

Sentitevi liberi di commentare, condividere e iscrivervi alla nostra newsletter per essere informati sulle future uscite.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento